Alutecnos Home

I Piu' Visti

Alutecnos Home

Metodi di affondamento: la spezzata

Trabucco Fishing / Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica

di Michele Prezioso

Rimane uno dei metodi di affondamento più antico, usato nella traina con esche vive, che affonda le sue radici nella notte dei tempi, quando attrezzature come canne e mulinelli erano ancora sconosciute e la pesca era praticata a mano. Oggi, con le dovute rivisitazioni e alla luce delle moderne tecnologie, rimane ancora un sistema di piena attualità, dalle potenzialità davvero impensabili.

Ogni sistema di affondamento ha caratteristiche proprie che meglio si adattano ad insidiare in modo mirato predatori specifici.

Se il piombo guardiano rappresenta un metodo polivalente in grado di adattarsi bene a quasi tutte le esigenze, la spezzata invece è la migliore soluzione, si potrebbe dire addirittura selettiva, per insidiare la “seriola dumerili”

Sebbene possa mostrarsi altrettanto efficace con tutti i predatori di fondo, soprattutto quando questi ultimi sono molto sospettosi.

Quote operative

Quasi sempre la ricciola usa pattugliare le sue zone di caccia incrociando a mezz’acqua, tenendo così sotto controllo tutta la colonna, pronta, ad ogni minimo segnale, a raggiungere rapidamente il fondo o a predare fulmineamente in superficie.

 La piombatura frazionata, per sua costituzione, permette un affondamento lineare, consentendo all’esca una presentazione assolutamente naturale e facendola, oltretutto, navigare lontano dai rumori: condizioni ideali per ingannare la proverbiale sospettosità della regina.

 

Una vecchia foto “vintage” di una lenza a mano con piombatura frazionata

 

Una tecnica che viene dal passato

Tale sistema veniva, e viene tutt’ora, usato per confezionare le tradizionali lenze a mano, lungo le quali vengono inseriti piombi ad oliva (una volta non esistevano quelli a sgancio rapido) per poi essere avvolte su grossi sugheri.

Questa pesca era, ed è ancora in alcune zone d’Italia, retaggio dei pescatori con il gozzo, scafo che ha il vantaggio di avere un passo costante, soffrire poco il vento e lo scarroccio e senza problemi nel mantenimento di basse velocità.

Con la lenza tenuta saldamente in mano e realizzata con nylon del 100, per far affondare di più l’esca nei punti di maggior interesse si usa effettuare delle virate che, rallentandone la velocità, consente un maggiore affondamento e, spesso, proprio sulla “girata” si ha l’attacco del pesce, frutto del rallentamento dell’esca e della sua maggiore libertà di movimento acquisita nella diminuzione della velocità.

 

Da ieri a oggi

Noi utilizzeremo questa soluzione, ma con canna e mulinello.

In questo assetto ci si può avvalere tanto del multifibre che del nylon .

Il nylon trova un uso specifico proprio nella ricerca mirata alla ricciola, grazie all’assetto che questo filato assume in acqua con questa tipologia di zavorra  

Consigliamo l’uso di piombi a sfera o a pera, del peso compreso tra i 100, 150, 200 e 300 grammi

Un esempio di come è consigliabile realizzare la spezzata. I piombi con un corto bracciolo sono la soluzione più pratica e funzionale

 

Come fare

Sarà bene preparare la lenza prima di entrare in pesca, realizzando almeno tre piccoli punti di aggancio, che fungeranno anche da segnale, ogni 20 metri, che realizzeremo lungo la madre, con del filo colorato annodato e bloccato con della colla ciano, ad iniziare dalla connessione con il terminale.

Pescare show

Le asole che costruiremo, come è facile capire dalla foto che segue, saranno il punto di applicazione di mini piombi guardiani.

A questo punto la paratura è pronta e possiamo procedere ad entrare in pesca.

Seconda soluzione con la differenza per il primo piombo, con un bracciolo più lungo per fungere da guardiano pescando più prossimi al fondo

 

Passo per passo

Si filano terminale e lenza in mare sino al primo segnalino, dove si aggancia il primo piombo; si continua a calare sino al secondo segnalino e si aggancia il secondo peso. Si procede, quindi, a calare gli ulteriori 20 metri di lenza dove applicheremo infine l’ultimo dei piombi se opteremo per un assetto a tre punti

 Fileremo in mare ancora dai 20 ai 50 metri di lenza a seconda della profondità che si vuole raggiungere.

 E’ possibile applicare ulteriori piombi per raggiungere profondità maggiori, ma è una soluzione che sconsigliamo perchè ci confronteremo con un complesso pescante pesante , difficile da gestire.

 Il consiglio è di “spezzare” al massimo la lenza con 3 piombi o con 2 di peso maggiore.

 

Ecco, sebbene realizzato con grandi diametri per maggiore visibilità, la soluzione per creare delle asole a cui applicare le singole zavorre 

 

La distribuzione dei pesi

Gli schemi che seguono semplificano ogni descrizione. Vengono proposte due soluzioni, quasi uguali, la cui differenza è solo nel piombo più vicino all’esca che ha un bracciolo più lungo.

Sono due diversi assetti, il primo dedicato alla pesca in quota e il secondo a sondare gli strati più prossimi al fondo ed il piombo più lungo servirà da guardiano per proteggere l’esca.

La gestione della lenza dovrà essere attenta, soprattutto nelle virate, durante le quali l sistema tenderà ad affondare rapidamente, il che ci obbliga a gestire la velocità con attenzione.

Le profondità

Stabilire in modo schematico piombature e le conseguenti profondità raggiungibili, è un po’ azzardato, perché anche piccole differenze di velocità, sezioni di lenza e tipologia di esca, oltre alla corrente, hanno come conseguenza un’ampia variazione di profondità di lavoro.

E le indicazioni che spesso si trovano in rete possono essere, al più, considerate come puramente indicative e non assolute

Per ottenere delle valutazioni precise bisogna sempre e comunque fare delle prove su un fondale senza incagli con le nostre attrezzature ed i nostri assetti; solo così capiremo perfettamente cosa e come fare.

Le esche

Le esche che meglio sposano questo metodo sono quelle in grado di nuotare bene anche a più di 1,5 knt, come aguglie di taglia o in tandem, grossi sugheri, lanzardi, tombarelli e barracuda; è possibile usare con successo anche seppie e calamari a patto che perfettamente stabili nel nuoto.

Pescaplanet NEgozio di Pesca Online
Evo Fishing Accessori per la pesca di Alta Qualità
Back to top