Alutecnos Home

I Piu' Visti

Alutecnos Home

Pesca da terra …Sotto la spinta del vento

Trabucco Fishing / Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica

 

di Michele Prezioso

Nel periodo primaverile la presenza del vento è spesso una costante: sventolate improvvise di intensità fortemente variabile che mettono in difficoltà i pescatori che si dedicano alla pesca con la bolognese con fili esili e piombature leggere …

Vediamo come porci rispetto alle diverse situazioni di vento con cui potremo confrontarci.

Certamente non potremo trasformare, malgrado tutte le migliori soluzioni e le migliori astuzie, una situazione complicata in una pescata perfetta, ma di certo potremo contribuire a “raddrizzare” la situazione senza perdere la giornata.

Rivalutiamo il vento

Il vento spesso lo percepiamo come nemico, ma è bene invece apprezzarne l’utilità; è importante per l’ambiente e per il mare, soprattutto in questo periodo. perché contribuisce al rimescolamento delle acque superficiali con gli strati più profondi, partecipando al cambio di temperatura della prima fascia di acqua, oltre a trasportare in basso i nutrienti superficiali e a ossigenare il mare.

 

 

Vento in faccia

Quando siamo in pesca in bolognese e il vento soffia dritto davanti alla nostra postazione, diventa difficile sia stendere la lenza che tenerla in pesca, nel punto voluto e nel modo dovuto.

Oltre alle raffiche ci si metterà anche il mare che, per effetto del vento, avrà la superficie più o meno mossa o increspata. Il risultato sarà quello di interpretare con molta difficoltà i segnali del galleggiante, rendendo a volte impercepibili le tocche.

Certo che prendendoci la mano e abituando l’occhio non ci faremo sfuggire attacchi netti e decisi come quelli di un sarago o di un’occhiata.

Sarà bene, comunque, ottimizzare l’attrezzatura, e mai come in questi casi ricorrere ad una “inglesona” bella lunga, anche 5 metri, sarà una scelta azzeccata, o meglio ancora ad una bella bolognese lunga anche 7 e più metri, che ci consentirà di lavorare all’asciutto e mettere l’esca nel posto voluto. Dovremo abituarci al vento che ci complicherà il lancio, ma la canna lunga ci aiuterà a poggiare l’esca là dove serve.

 

 

Vento laterale

In caso di vento abbiamo capito che le canne lunghe saranno una costante ma, quando il vento arriverà al traverso, dovremo prendere delle precauzioni molto particolari.

La prima sarà quella, dopo aver effettuato il lancio, di appoggiare la lenza sull’acqua per un metro almeno, facendo in modo che lavori sul pelo dell’acqua: meglio ancora usare questa tecnica con il filo di tipo affondante che, quindi, lavorerà sotto la superficie, eliminando gli effetti fastidiosi di vento e increspature.

 

Il vento alle spalle

Tra tutte è la situazione più gestibile perché, paradossalmente, il vento diventa un alleato del lancio e non penalizza più di tanto la tenuta in pesca della lenza.

Piuttosto dovremo gestire il lancio per evitare che le distanze aumentino senza controllo effettuando la giusta trattenuta al momento giusto.

Il vento potrebbe combinare altri guai come, ad esempio a causa dell’attrito sul filo, quello di sbobinarne un po’, fatto che ci porterebbe, se non percepito, ad un ritardo nel controllo della ferrata o del recupero, causa un bando inaspettato.

Quindi, è necessario non abbassare mai la guardia. Per ciò che concerne le canne, il vento alle spalle ci concede di accorciare le attrezzature.

 

 

Un fatto di peso

In situazioni in cui il vento e il mare rendono la pescata complessa, la piombatura ha non poca importanza.

Nella maggior parte dei casi i galleggianti dovranno essere di tre o quattro grammi e verranno tarati con la metà della piombatura effettivamente necessaria.

Così, malgrado il moto ondoso, il vento e la risacca, il nostro “tappo” rimarrà ben visibile, affondando solo in caso di mangiata. Il sarago, l’occhiata e la spigola, in situazioni meteo avverse, amano attaccare in modo deciso e le “affondate” saranno al cardiopalma.

Le forme consigliate sono soprattutto quella sferica e a pera rovesciata dai tre ai quattro grammi.

Pescaplanet NEgozio di Pesca Online
Evo Fishing Accessori per la pesca di Alta Qualità
Back to top