Leaderboard Alutecnos

I Piu' Visti

Leaderboard Raymarine

Surf: Arrivano i serra, tutto quello che c’è da sapere !

Serra

Di Dario Limone

Il pesce serra è una specie assai comune lungo le nostre coste. La primavera è il periodo in cui questi pesci riprendono a frequentare gli arenili in modo assiduo.

Nel surf casting moderno, rappresenta una preda di gran valore sportivo. E’ un pesce eurialino; infatti penetra nelle foci dei fiumi per cacciare i cefali.

La sua alimentazione è varia, mangia tutto quello che è presente nel suo territorio. Può superare il metro di lunghezza e pesare più di 10Kg.

Il serra… ha proprio un brutto carattere e questa sua particolare indole, così aggressiva, dovrà essere sfruttata dal pescatore per arrivare alla sua cattura con continuità.

Conoscere le sue abitudini significa sapere con certezza matematica le aree dove è presente e, quindi, concentrare le nostre mire in settori e momenti ben precisi, adeguando tecnica e strategia.

Spot

mulinello rotante

Canna in azione nei pressi di una foce. Da notare il tipico colore marrone dell’acqua torbida, ricca di muggini… e, quindi, di serra!”

Le zone sabbiose miste in prossimità dei porti, la foce dei fiumi e dei laghi salmastri sono i suoi luoghi di caccia per eccellenza.

A volte stazionano sulla stessa spiaggia per molto tempo e, se le condizioni sono proprio favorevoli, ci ritorneranno di anno in anno.

La batimetrica è un optional, visto che sferra i suoi attacchi fin sulla battigia, facendo spiaggiare i pesci in fuga.

A che ora mangia

serra

Il buio manda i serra in frenesia. Non è raro imbattersi in serate dove gli strike si registrano a decine. Molti pesci non si ferrano. In ogni caso, autoregolamentarsi con le catture, anche se si tratta di un pesce infestante, è una buona cosa

Generalmente dal cala sole a notte inoltrata è il momento migliore; come per tutti i predatori la variazione di luce ed il buio favoriscono l’agguato. 

Presso la foce dei fiumi la caccia può avvenire anche in diurna, ovviamente il tutto è condizionato dalla presenza dei branchi di pesce foraggio.

Come mangia

Negli ultimi tempi, l’innesco del filetto, tra i surfcaster, ha superato l’uso del vivo, senza precludere il risultato


La gregarietà della specie porta ad elaborare delle vere strategie di caccia con la circuizione del branco di pesci foraggio.

Gli attacchi sono fulminei e cruenti; il serra spesso uccide la sua preda senza cibarsene. Questo comportamento è oggetto a tutt’oggi di discussione, senza nessuna risposta certa.

A differenza di altri predatori, il serra attacca la preda da dietro e non dalla testa.

Quest’azione porta spesso alla cattura di prede ancora vive, ma mutilate. Le carni dilaniate riportano perfettamente lo stampo della bocca del serra.

Possiamo usare sia dei filetti di pesce che pesci vivi. Tra i filetti sono da preferire il cefalo e la spigola d’allevamento; entrambi validi per il discreto contenuto di grasso delle carni.

Il filetto deve essere lungo tra i 10-12 cm,, meglio con un flotter di polistirolo per renderlo più appetibile. Possiamo usare da 1 a 3 ami, tipo beak dal 3/0 in poi.

La soluzione che preferiamo è ad un amo, con la punta ben in mostra; in tal modo ci garantiamo la penetrazione nel duro palato. L’attacco al trave si preferisce alto, tipo short rovesciato, se c’è corrente o un fondo sporco (sassi, alghe, etc.); basso, a 10 cm dal piombo, se la condizione del fondo è pulita senza corrente.

Per il vivo usiamo 2-3 ami in tandem sul cavetto; il tutto è legato alla grandezza dell’esca.

Alcuni pesci come il cefalo resistono a lanci accompagnati, altri devono essere filati in mare con la tecnica della teleferica.

L’attacco

serra

Dopo aver messo in pesca l’esca, se il serra è in zona, passeranno solo pochi minuti per l’attacco.

Un primo segno è la vibrazione laterale del cimino della canna, dovuta al tentativo di fuga del pesce esca che annuncia l’imminenza dell’attacco. Il serra si produce in fughe laterali con spettacolari salti, specie in prossimità della riva.

L’emozione che ne deriva è veramente intensa.

Attenti a slamare il pesce, la sua dentatura non perdona. Il valore della sua cattura è legato al fatto che è un indomito combattente.

arrow