• I Piu' Visti

    Barracuda Joker Boat : l’evoluzione della specie !

    a cura della Redazione

    La storia dei “gommoni” come li chiamiamo noi oggi, nasce intorno al 1840, grazie alla fantasia e all’inventiva di un ufficiale della marina inglese che ebbe l’idea di realizzare un battello “gonfiabile” fatto con del tessuto impermeabilizzato.

    Oggi possiamo dire che il Tenente Peter Halkett fu un vero visionario e chissà cosa ne penserebbe lui, dell’evoluzione di quello che fu davvero il punto zero di un nuovo modo di navigare.

     

     

    E pensare che all’epoca, questa invenzione non riscosse gran successo e non venne apprezzata in nessun campo sia bellico che ludico, malgrado il fatto che questo piccolo battello, fosse stato concepito per essere trasportato in un piccolo leggerissimo zaino e essere messo in acqua in pochissimo tempo.

    Fu solo dopo che la tecnologia delle gomme e dei tessuti impermeabili fu sviluppata che l’idea di costruire battelli gonfiabili prese piede.

    Da qui in poi le idee e le soluzioni, soprattutto nel diporto, ma anche in campo militare, fecero letteralmente esplodere il fenomeno dei battelli pneumatici, proponendo al mercato soluzioni e tecnologie in rapida evoluzione.

     

    Chi non ricorda le esplorazioni subacque del Comandante Jaques Costeau ? La versatilità del gommone fu determinante per le sue avventure

     

    Ma quello che originò la fortuna dei battelli gonfiabili in ambito diportistico, fu proprio quello che nel 1840 Halkett intuì e che non venne apprezzata: la trasportabilità.

    Infatti i gommoni, all’inizio della loro storia, furono concepiti come sistemi di navigazione semplici , leggeri, facilmente trasportabili, sgonfi ed impacchettati comodi da riporre in un portabagagli e altrettanto facilmente gonfiabili per venir pronti a regalarci una giornata di mare, magari equipaggiati di un leggero motore per poi ritornare altrettanto velocemente a non occupare spazio.

    Complice il nostro sviluppo economico degli anni 70 e la grande storia della nautica per tutti il gommone prese letteralmente il volo, leggero come l’aria, facendo sognare la fantasia di ogni appassionato.

    Chi non ricorda le avventure di Costeau sui suoi Zodiac in giro per i mari del mondo?

    Ed in effetti il gommone fu apprezzato moltissimo dai subacquei non solo per la praticità ma per la sua capacità di carico e le caratteristiche marine.

    Da quei tempi ad oggi il passo è stato breve ed ecco che quel “canotto” che gonfiavamo sotto il sole si è trasformato in quelli che oggi chiamiamo RIB, acronimo inglese di Rigid Hull Inflatable Boat, ovvero battello gonfiabile a chiglia rigida.

    Battelli forti come barche, ma leggeri come i loro antenati, veloci e soprattutto super sicuri, capaci spesso di prestazioni che non temono confronti neanche con le barche più blasonate.

    E questo lo hanno capito da tempo i pescatori che ne hanno fatto dei fisherman di livello grazie a interessanti customizzazioni.

     

    Il gommone non teme più il confronto con le barche, anche nelle versioni fisherman: questo ad esempio è solo un “piccolo” Barracuda 580 ….

     

    Ma è complesso riuscire a fare di un gommone uno strumento di pesca efficace, perché in questo le barche hanno sempre avuto la leader ship.

    Ami, spine dei pesci, attrezzature pesanti, porta canne ed altro  hanno sempre sposato male l’allestimento classico di un gommone che nasce principalmente per scopi diversi.

    Sicuramente Joker Boat è l’azienda che meglio ha interpretato l’evoluzione dei gommoni in veri fisherman.

    Oltre alle competenze costruttive che la Joker Boat ha maturato in oltre 50 anni di progettazione e costruzione di battelli pneumatici è l’azienda che oggi più ha investito nella realizzazione di un battello dedicato e non in un semplice riadattamento di modelli esistenti.

    Ci troviamo al confronto di solidità costruttive innate delle carene e delle gomme integrate da lay out di coperta realizzati a fronte di progetti specifici, sviluppati sulla scorta delle reali esigenze della pesca in mare.

    La serie Barracuda nelle sue due versioni 580 e 650, infatti rispecchia i criteri di allestimento di un fisherman classico di livello, coniugati a tutti i plus di un battello gonfiabile a chiglia rigida.

     

    La vasca del vivo del Barracuda 580 : uno dei punti cruciali di un fisherman …

     

    Praticità di trasporto, velocità, motorizzazioni non estreme con prestazioni elevate e consumi contenuti, impensabile tenuta al mare sono il patrimonio delle carene joker e delle gomme.

    La navigabilità di un battello non è affidata solo linee d’acqua e al progetto perché le caratteristiche di costruzione sono determinanti per la resa in navigazione.

    Le resine di Joker sono al top di qualità, rispettivamente vinilestere per la stratificazione di base e ortoftaliche per  le restanti, con processi di lavorazione  che garantiscono standard elevatissimi nel tempo e bassissime deformazioni dell’opera viva sotto le sollecitazioni del carico e della velocità.

     

    La qualità  di una carena è un concetto ampio, dove convergono molteplici aspetti, dai materiali, alla qualità e cura degli stampi, dalle logiche progettuali, alla lavorazione

     

    Anche la parte in gomma, essenziale per l’assetto statico ed anche dinamico, è realizzata non solo con materiali al top, parliamo del tessuto ORCA 1670, ma anche con incollaggi la cui resistenza meccanica e durata nel tempo sono super collaudate.

    Oltretutto una mezzo da pesca ha vita dura… quindi tutto deve essere improntato alla luce di robustezza, affidabilità e durevolezza.

     

    La realizzazione di un gommone è una attività “super artigianale” dove l’assemblaggio avviene pezzo per pezzo, curato dalle mani di una persona. Cosa che  lo accomuna ad un aereo, che pur essendo all’apice della tecnologia, viene assemblato  manualmente elemento per elemento

     

    Così come la parte impiantistica di allestimento, soprattutto per le necessità di pesca è curata al massimo, anche perché per un pescatore che tutto funzioni sempre è uno delle caratteristiche al primo posto.

    Crediamo che se il Tenente Peter Halkett , della Royal Navy, oggi potesse navigare su un Barracuda di Joker Boat, e vedere l’evoluzione del suo progetto sarebbe veramente felice …

     

    Evo Fishing Accessori per la pesca di Alta Qualità
    Back to top