Leaderboard Raymarine

Trending Now

La girella è un accessorio indispensabile: conosciamone pregi e difetti

girelle

La girella è un accessorio indispensabile: conosciamone pregi e difetti

Di Dario Limone

Le girelle sono gli accessori più usati in assoluto. Senza di esse nessun terminale evoluto potrebbe funzionare. Ma nonostante tutto, il loro corretto uso, il dimensionamento, e soprattutto la loro funzionalità sarà subordinato alla conoscenza di alcuni concetti fondamentali

La girella è alla base di giunzioni e snodi ed è il meccanismo principale ed indispensabile per evitare ingarbugliamenti durante l’azione di pesca. Il compito della girella è quello di scaricare le torsioni, consentendo la rotazione sul proprio asse. E’ formata da un barilotto cavo alle cui estremità sono inseriti due anellini con un piede, che viene trattenuto  da una particolare lavorazione meccanica del barilotto stesso, ma che rimangono liberi di ruotare

Piccole, resistenti ma…

girella 

Una piccola girella montata sull’asta di un piombo da lancio, nella realizzazione di uno snodo integrato

 Le girelle di qualità coniugano un elevato carico di rottura a dimensioni ridotte e sono in grado di resistere anche nelle situazioni più spinte. Paradossalmente, però, i problemi che incontriamo riguardano proprio lo scopo per le quali sono state concepite, ossia lo scarico delle torsioni che i terminali subiscono. E’ noto, infatti,  che un filo molto sottile, se si attorciglia su se stesso, non è in grado di vincere l’attrito per far sì che la girella appunto… giri! E quindi? Quindi… va trovato un equilibrio tra diametro dei fili utilizzati, la loro lunghezza e le dimensioni della girella stessa.

Analisi dimensionale

 girella

Ogni tecnica e ogni soluzione vanno calibrate, prestando molta attenzione al diametro delle lenze utilizzate ed alla dimensione della girella. Diversamente, il sistema non funziona perfettamente. Parlando di surf ad esempio, se leghiamo un terminale dello 0,16, che porta a un innesco con arenicola, ad una girella n°14, in fase di recupero e di lancio il suo peso sarà sproporzionato rispetto agli altri elementi, compromettendo la dinamica del terminale che con molta probabilità si attorciglierà. Condizione diversa sarà legando lo stesso terminale ad una girellina del n°24, quando esca e terminale prevarranno sulla girella i cui anellini ruoteranno sul proprio asse, mantenendo diritto il bracciolo.

Questioni di scelta

 girella

Un macro sistema di scarico delle torsioni, con  girella crane da 300lbs, in uso su un terminale da vertical jigging; sotto quello più esile di uno snodo da surf

girella

 Esistono vari tipi di girelle, le più comuni ed usate sono le rolling semplici; seguono le girelle triple ed infine quelle con cuscinetti a sfera. I pescatori di trota in laghetto, ad esempio,  usano la girella tripla, perché lo scarico delle torsioni, indotte dal roteare della camola in fase di recupero, è ottimale. E questo è vero rispetto ad una girella semplice, perché gli attriti vengono  ripartiti sui tre elementi che ruotano così più facilmente. I sistemi con cuscinetti a sfera possono essere in alcune occasioni capaci di maggiori scarichi, ma poco si adattano all’uso nel surf, mentre diventano indispensabili per esempio nella pesca dalla barca.

arrow