Lanciando a surf il vento frontale è spesso un problema: come fare?

Lanciando a surf il vento frontale è spesso un problema: come fare?

Quando ci si ritrova a pescare con un sostenuto vento frontale e non si riesce ad ottenere distanza nel lancio, usando esche consistenti come il bibi o la sardina,  tentando di migliorare le performance di lancio, anche con un buon side, non sempre si ottengono i risultati sperati. Come si possono migliorare le prestazioni?

L’attrito di un esca durante il volo, specie con vento frontale, induce uno sfarfallio nocivo, sia in termini di distanza che di presentazione dell’esca stessa, che potrebbe risultare compromessa nella sua integrità. Esiste un piccolo fermo, che si chiama bait clip, adatto a risolvere entrambi i problemi, tanto quello dell’attrito che della buona conservazione dell’esca. Sebbene la soluzione possa sembrare eccessivamente invasiva per il calamento, in realtà è un vero e proprio uovo di colombo. In commercio ne esistono di tanti tipi, tutti indistintamente validi. La costante ricerca di soluzioni sempre più avanzate ci ha portato a progettare e realizzare un bait clip molto evoluto, applicabile in ogni punto della lenza senza nodi, in grado quindi di adattarsi ad ogni esigenza. E’ commercializzato e reperibile in rete con il marchio Evo fishing Bait Clip.  E’ uno strumento di assoluta efficacia, capace di farci aumentare i metri di distanza e le catture, presentando l’esca nelle migliori condizioni sulla lunga distanza, senza intervenire sui diametri di filo in bobina, ed estremizzando la tecnica di lancio.

 

Dario Limone